Posted on Lascia un commento

I diversi tipi di contenitori per olio

tipi di bottiglie di olio

olio diverso = bottiglia diversa?

Si ma non necessariamente!

Vi abbiamo parlato in precedenza delle differenze tra i vari tipi di olio, ma ovviamente una questione annosa è… questo olio dove lo metto? Se hanno tutti proprietà differenti, come posso essere sicuro di conservarlo al meglio?

Ogni tipo di olio può necessitare differenti contenitori. I più classici sono certamente le bottiglie in vetro scuro, bruno o verde antico, come le nostre marasca e dorica. Queste bottiglie proteggono l’olio dalla degradazione legata alla luce solare, e i tappi ad incastro riducono l’ingresso di aria nella bottiglia.

Continua a leggere I diversi tipi di contenitori per olio
Posted on 1 commento

Gli oli non sono tutti uguali, scopriamo perché

tipi di olio_bruschette

Oggi abbiamo deciso di proporvi un piccolo approfondimento sui tipi di olio presenti sul mercato, per spiegarvi come mai sono tutti diversi, per proprietà e utilizzi.

L’olio, quello extravergine d’oliva in Italia specialmente, è un condimento molto comune, diffuso in tutto il mondo e ogni popolazione utilizza degli oli differenti per preparazioni differenti. I più diffusi sono ovviamente gli oli di origine vegetale, spesso definiti più salutari, ma ne esistono anche di origine animale.

Tipi di olio più comuni

Gli oli, o grassi, facilmente reperibili in commercio, in Italia per lo meno, sono:

  • extravergine d’oliva / olio d’oliva
  • mais
  • girasole
  • arachide
  • riso
  • palma
  • cocco
  • sesamo
  • semi di vinacciolo
  • soia
  • strutto
  • burro
Continua a leggere Gli oli non sono tutti uguali, scopriamo perché
Posted on

Frittelle di Zucchina

frittelle di zucchina

Oggi una ricetta semplicissima e veloce, per rimanere sul tema e concludere un ciclo: le frittelle di zucchina, o Brugnolusu (in sardo).Qualche tempo fa vi abbiamo presentato le zucchine sott’olio, se ricordate avevamo della polpa di zucchina inutilizzata, ma come le nostre nonne ci hanno insegnato non si butta via nulla!

Tempo totale di preparazione: 1 ora e mezza circa

Sì, non è forse una ricetta dietetica, ma quando mangiamo qualcosa di buono l’umore migliora, e di questi tempi ci serve sempre. Inoltre queste frittelle hanno solo 5 ingredienti (6 con il sale) ed è sempre meglio sapere esattamente cosa c’è dentro i nostri snack preferiti.

Ma passiamo alla ricetta delle frittelle di zucchina.

continua a leggere
Posted on 1 commento

Le zucchine sott’olio di Gianna

zucchine sott'olio banner

Cari lettori oggi vi proponiamo una ricetta molto estiva, e molto semplice che però vi darà tante soddisfazioni. Con l’aiuto di un’amica abbiamo preparato delle zucchine sott’olio deliziose.

Tempo di preparazione: 2 ore circa
Tempo totale: 24h
Abbiamo detto semplice non veloce, ma non fatevi spaventare le 24h servono solo per far riposare i vostri vasi.

Abbiamo scelto questa ricetta delle zucchine sott’olio perchè per l’estate è perfetta; è fresca e ci permette di utilizzare al meglio i prodotti di stagione locali.
Dobbiamo avvertirvi però che gli ingredienti dipendono da voi. Noi vi possiamo dare le dosi solo di una parte degli ingredienti, quella fondamentale. Procediamo.

continua a leggere
Posted on Lascia un commento

La differenza tra Pastorizzazione e Sterilizzazione

La differenza tra Pastorizzazione e Sterilizzazione

In questo articolo vi presentiamo alcune interessanti informazioni riguardanti la differenza tra pastorizzazione e sterilizzazione. Perché sono processi diversi e perché è importante conoscerne le caratteristiche.

Partiamo spiegando di cosa si tratta.

La Pastorizzazione e la Sterilizzazione

Sono entrambi trattamenti termici atti alla eliminazione parziale o totale di microorganismi presenti negli alimenti conservati (in questo caso). Si parla di batteri e di spore da essi prodotte, principalmente. Forme di vita microbiche che talvolta possono essere causa di malattie.

Partiamo quindi dal presupposto che i batteri sono ovunque, e che per eliminarli ci vuole un processo che comprenda l’applicazione di alte temperature e pressione.

Continua a leggere La differenza tra Pastorizzazione e Sterilizzazione
Posted on 1 commento

La Pastorizzazione: curiosità e tecniche

pastorizzazione

La pastorizzazione è un trattamento termico che viene utilizzato per la conservazione degli alimenti anche a temperatura ambiente, fino ad un anno dalla data di confezionamento. Si tratta di un processo che sfruttando l’aumento della temperatura assicura l’eliminazione parziale di batteri causa di spore spesso nocive per la salute.

Con la pastorizzazione non è possibile però eliminare tutti i microorganismi presenti nel cibo, per questa ragione essi vanno tenuti in frigorifero una volta aperti, o in altri casi sono conservati a basse temperature per tutto il periodo dalla produzione al consumo.

Louis Pasteur inventore della pastorizzazione

Alcuni cenni storici

La pastorizzazione come metodologia ha avuto origine circa 170 anni fa. Risale infatti alla seconda metà dell’800 quando il chimico francese Louis Pasteur fu incaricato di trovare una soluzione all’inacidimento del vino nelle lunghe tratte di mare necessarie ad esportarlo. Fu tra i primi a scoprire che bastava riscaldare il vino per alcuni minuti, tenendolo a temperatura costante di 57°C per eliminare batteri e funghi, prima che potesse partire il processo di fermentazione.

Da allora il processo si è affinato, ed è stato poi utilizzato per la conservazione del vino, ma anche del latte e poi delle conserve di frutta e verdura. La pastorizzazione, da non confondere con la sterilizzazione, viene utilizzata, praticamente da sempre, per le conserve realizzate in casa. Qualsiasi sia la ricetta, infatti, tutti noi conosciamo almeno una persona che realizza marmellate, sughi, o conserve di verdura fatte in casa, seguendo istruzioni tramandate per generazioni.

Continua a leggere La Pastorizzazione: curiosità e tecniche
Posted on Lascia un commento

Arachidi pralinate al limone

arachidi pralinate banner

Benvenuti nella nostra sezione ricette, oggi Zia Maria vi propone : Arachidi pralinate al limone. Una ricetta semplice e veloce che lascerà tutti piacevolmente sorpresi.

Conosciamo tutti le mandorle e le arachidi pralinate, ma oggi vi propongo una piccola variante. L’aggiunta del limone da quella spinta in più!

Si tratta di uno snack dolce perfetto per un aperitivo, ma anche da avere sempre a disposizione. Una pausa sfiziosa senza troppi sensi di colpa.

Le arachidi sono dei piccoli legumi molto diffusi in tutto il mondo, dal gusto molto caratteristico. Usate in egual misura in preparazioni sia dolci che salate. Amate dall’America alla Cina, e per buonissimi motivi.

Sono, infatti, un ottimo alimento, ricco di proteine vegetali, sali minerali, vitamine (del gruppo B ed E), grassi buoni e fibre. Consumate con moderazione, prediligendo quelle al naturale, fanno bene al nostro organismo.

Scegliete sempre arachidi di alta qualità, e potrete godere a pieno delle loro proprietà.

Continua a leggere Arachidi pralinate al limone

Posted on 3 commenti

Capsule twist-off , come utilizzarle al meglio

vasetti di vetro e capsule twist off

Le capsule twist-off non hanno fatto il vuoto?

Ci capita spesso di ricevere delle segnalazioni riguardanti dei problemi con la chiusura ermetica dei vasi in vetro con le capsule twist-off, e quasi sicuramente tutti noi abbiamo avuto questo problema almeno una volta nelle nostre case.
Chiudendo il barattolo, e poi mettendolo a bollire, o utilizzando altre tecniche più avanzate, è capitato di notare delle perdite o la presenza di aria all’interno del nostro vasetto.

Partendo dal presupposto che l’aria non è mai (o quasi) un buon segno, in quanto può favorire il proliferarsi di microorganismi dannosi per la nostra salute, anche un vasetto che perde è un immediato segnale d’allarme.

A questo punto viene spontaneo chiedersi…

Sei sicuro che stai chiudendo i tuoi barattoli nel modo corretto?

Probabilmente stai facendo un errore molto comune. Ci siamo passati tutti, non preoccuparti.
Proviamo a spiegarti perché.

continua a leggere